1 agosto 2010

DODO'S

Anzitutto vi diciamo il perche' del titolo: Dodo e' la sistemazione che ci accogliera' per le due notti che passeremo a Tbilisi. Il posto e' veramente carino: i letti sono in camerate comuni dove ci sono visitatori che provengono da un po' tutto le parti del mondo. Ieri sera, al nostro arrivo, abbiamo amorevolemnte chiaccherato con dei ragazzi olandesi e australiani scambiandoci esperienze di viaggio e consigli. Molti di loro erano gia' passati per l'Azerbaigian cosi' abbiamo raccolto qualche informazione in piu' rispetto alla prossima nazione che raggiungeremo.

Tbilisi sembra essere una citta' molto bella e oggi la visiteremo, per quanto possibile, in lungo e in largo. Vediamo che impressione ci fara'.

Ieri ci siamo alzati di buon ora dalla nostra sistemazione a Hopa per attraversare il confine. Dopo un impatto un po' violento (camion in ogni luogo e una coda, per loro, kilometrica) siamo riusciti a passare il confine turco con discreta facilita' (un tipo a mio avviso voleva incularci un po' di soldi ma non ci e' riuscito). La cosa buffa e' che la frontiera turca con la Georgia ha tre checkpoint: il primo ti mettono il timbro di uscita sul passaporto, il secondo controllano i dati dell'auto (se entra deve anche uscire) ed i terzo non si sa...appena arrivati il poliziotto ci ha detto che se non avevamo i timbri ci doveva rispedire indietro....ma io dico, che cosa avranno mai fatto nelle precedenti postazioni di controllo....giocato a briscola forse....

Al confine Georgiano e' andato tutto bene: la polizia e' stata molto gentile, ci ha fatto sbrigare tutte le pratiche necessarie in breve tempo e ci ha detto mille volte benvenuti in Georgia.

Appena passato il confine ci siamo concessi una ulteriore sosta in spiaggia sulla parte georgiana del Mar Nero. LA spiaggia questa volta era di sassi e l'acqua sembrava molto piu' limpida. Il sole pero' scotta molto da queste parti e il clima lungo la costa e' definito quasi tropicale.

Terminato la nostra mezza mattinata di mare siamo andati a Batumi per recuperare alcune informazioni. La ragazza dell'ufficio informazioni ci ha detto che la strada per Tbilisi era ''perfect'' come la sua povera sorella evidentemente... Inutile dirvi che uscire da Batumi e' stata un'impresa, la strada era inesistente con buche ovunque. In georgia si guida sulla destra, teoricamente. Teoricamente perche' in realta' si guida dove si riesce. Se poi aggiungiamo che i georgiani guidano con gli abbaglianti accesi, superano in situazini impensabili e che in mezzo alla strada si puo' trovare di tutto (nell'ordine: mucche, galli, maiali, cani, gatti, tacchini, uomini che vagano non si sa dove, auto in contromano e camion turchi), vi assicuriamo che il viaggio e' stato abbastanza impegnativo.

Pero' il paesaghgio che abbiamo visto e' stupendo. La georgia e' veramente un posto bellissimo ed e' un peccato non poter passare una settimana da queste parti. Lungo la strada abbiamo incontrato molti torrenti dove i georgiani vanno a farsi il bagno per sconfiggere la calura. I posti sono magnifici...

Per quel che ci riguarda tutto ok. Siamo molto contenti e carichi di proseguire. Ogni giorno e' per noi, che non siamo mai stati da queste parti, una scoperta nuova e credo che la Georgia ci riservera' molte sorprese positive (il loro cibo e' buonissimo!!!!!)

Gamarjobat (ciao in georgiano)

2 commenti:

  1. Ragazzi, siete fortissimi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Lia

    RispondiElimina
  2. Vi seguo, vi ammiro, vi invidio....

    RispondiElimina